Cos’è il core? Il Core è il centro del nostro corpo, la scatola protettiva dei nostri organi interni. La parte anteriore è costituita dal retto dell’addome e dal trasverso. Le pareti laterali sono formate dagli addominali obliqui. La parte posteriore è composta da quadrato dei lombi ed erettori spinali. Infine, il fondo della scatola è formato dal pavimento pelvico e il coperchio dal diaframma. Tutti questi muscoli lavorano in maniera coordinata ed è importante che le forze che esercitano siano in equilibrio le une con le altre.

Perchè nasce il Total Core?

Il core va allenato in maniera globale, per rispettare gli equilibri fisiologici. Quando questo avviene, le curve della colonna restano nei limiti anatomici, consentendo l’ottimale posizionamento degli organi interni, che vengono massaggiati dal movimento del diaframma, che riacquistando elasticità permette una respirazione più profonda e una miglior ossigenazione dei tessuti. Questo favorisce il corretto funzionamento di intestino, fegato, vescica e organi genitali. Addominali ed erettori spinali forti consentono di alleggerire il peso che grava sulla colonna vertebrale, riducendo problemi di mal di schiena e sciatalgie. Inoltre hanno un effetto positivo sia a livello posturale che estetico. Infine, non va trascurato, come purtroppo succede spesso, il lavoro sul pavimento pelvico, che lavora in sincrono con il diaframma e deve sapersi contrarre per contrastare la pressione endoaddominale che si crea durante quasi tutti gli esercizi di tonificazione. Il percorso di “Total Core” nasce quindi per poter offrire alla donna una ginnastica completa per la salute e il benessere globale.

Quali sono gli obiettivi del Total Core?

L’obiettivo del corso è quindi quello di lavorare su tutti questi settori, prima in maniera isolata, per imparare a controllarli, e poi in maniera globale, reintroducendo le normali sinergie del nostro organismo, ma in maniera più consapevole, per procedere ad un potenziamento in totale sicurezza. Rafforzare e controllare ciascun distretto, permette di ottenere migliori risultati globali.

Gli obiettivi sono:

  • acquisire una buona capacità di allenamento dei muscoli pelvici, con conseguente prevenzione e gestione dell’incontinenza urinaria, prolassi degli organi pelvici;
  • una miglior postura rende più efficace il lavoro di tonificazione pelvica;
  • tonificare l’addome e il rachide in sicurezza e in sinergia con il Core;
  • migliorare la postura ed alleviare le situazioni di lombo-sciatalgia e pubalgia;
  • ricercare un completo stato di benessere non solo fisico ma anche psico-sociale;
  • avere un maggior controllo sul proprio corpo e in particolare sulla respirazione;
  • mantenere un corretto indice di massa corporea (BMI);
  • raggiungere e controllare l’equilibrio corporeo statico e dinamico, con conseguente prevenzione  delle cadute nei soggetti a rischio (soggetti anziani con difficoltà motorie e di coordinamento) e minore rischio di trauma e infortunio nel soggetto sportivo;
  • aumentare l’ossigenazione tissutale e contrastare il fisiologico invecchiamento cellulare.

Quale beneficio con il Total Core nell’approccio alla Ginnastica Pelvica?

Nel Corso Total Core si cerca un doppio approccio rispetto ai muscoli del pavimento pelvico: uno sensitivo-propriocettivo e uno cognitivo rispetto al ruolo del pavimento pelvico integrato nel sistema della muscolatura del Core Stability.

Per accedere al corso è richiesta la partecipazione al corso propedeutico “Fusion”, un corso specifico di ginnastica pelvica. Possiamo schematizzare l’approccio che si tiene nel corso Fusion in 4 fasi principali:

  1. presa di coscienza del diaframma e della respirazione per il ripristino di una respirazione corretta;
  2. presa di coscienza della muscolatura pelvica e al suo rapporto con la respirazione;
  3. attivazione e training di rinforzo della muscolatura pelvica selettivo;
  4. eliminazione delle sinergie e della muscolatura antagonista alla tonificazione del pavimento pelvico;

Una volta raggiunti gli obiettivi del corso di ginnastica pelvica, ovvero aver acquisito una buona padronanza del movimento del pavimento pelvico selettivo, si andrà a lavorare sull’attivazione perineale in coordinazione con i muscoli adiacenti e sinergici (addome, rachide, moviemento delle anche), ovvero l’impostazione degli esercizi di rinforzo globale dei muscoli stabilizzatori.

Verranno proposti una serie di esercizi fisici che andranno a lavorare sulla sinergia tra i vari gruppi muscolari, al fine di raggiungere una buona funzionalità coordinata dell’intero gruppo di muscoli del Core Stability.

L’obiettivo della ginnastica pelvica diventa non solo quello di tonificazione pelvica (esercizi di rinforzo selettivo) ma di lavoro sull’intera biomeccanica lombo-addomino-pelvica (esercizi di lavoro globale) e quindi in sostanza sul sinergismo funzionale fra il seguente quartetto:pavimento pelvico, diaframma, muscolo traverso dell’addome, muscolo multifido lombare.

La ginnastica posturale, che viene proposta con lo scopo di migliorare la postura, permette un lavoro di tonificazione più efficace nel distretto pelvico.

Esiste un ruolo del pavimento pelvico molto importante nei riguardi della stabilità della colonna lombare e del bacino, del quale si è avuta indicazione sufficientemente precisa e oggettiva abbastanza recentemente (Richardson et al. 1999.) Si è dimostrato che la presenza di un adeguato tono muscolare del pavimento pelvico è il presupposto per avere una costante partecipazione di quelli che sono definiti muscoli stabilizzatori profondi della colonna lombare e del bacino: muscolo trasverso dell’addome, muscolo multifido lombare.

Il lavoro sui quattro protagonisti del meccanismo stabilizzatore rappresenta un momento fondamentale nel recupero funzionale della colonna lombare, nella prevenzione e nel trattamento della continenza sferica (prolasso degli organi pelvici) e nel contempo garantisce i meccanismi della minzione e della defecazione (Richardson 1999).