LE 5 COSE CHE DEVI SAPERE SUL PAVIMENTO PELVICO

Il pavimento pelvico per molti è una parte del corpo sconosciuta, a cui si presta poca attenzione o addirittura nessuna. I motivi sono legati al fatto che è un'area "nascosta" che non vediamo e con cui la quale non si instaura quel rapporto quotidiano che c'è per esempio con una mano o una gamba. E' una regione legata si alla minzione, defecazione ma è anche un'area legata alla sessualità, e per questo resa ancora di più un argomento carico di tabù e di pudore culturale. Inoltre è stata per molti anni una parte del corpo poco considerata anche a livello medico, solo da pochi anni è ormai riconosciuto a livello mondiale il suo ruolo nel benessere e nella salute della donna.

Scopri quali sono le 5 cose che devi sapere sul pavimento pelvico.

1. COS'E' IL PAVIMENTO PELVICO

Il pavimento pelvico rappresenta l'insieme dei muscoli, delle membrane e delle strutture legamento e di sospensione che formano un piano, una "rete" che chiude in basso la cavità addominale e pelvica. Il pavimento pelvico assume  una forma romboidale, che si estende dalla sinfisi pubica al coccige, chiudendo in basso la cavità addomino-pelvica, circondando e sostenendo l'uretra, la vescica e la vagina fino all'apparato ano-rettale. I confini laterali sono individuabili a livello delle tuberosità ischiatiche.

E’ costituito da 3 piano muscolo-aponeurotici: il diaframma uro-genitale, il diaframma pelvico e lo strato superficiale degli sfinteri.

Il diaframma pelvico è costituito dal muscolo elevatore dell'anno nelle sue componenti: muscolo pubo-coccigeo, ileo-coccigeo, ischio-coccigeo, pubi-rettale. Tali fasci decorrono, sia a destra che a sinistra, come due ventagli.

muscolo elevatore dell'ano

muscolo elevatore dell'ano

Il diaframma urogenitale ha una forma di triangolo ed è situato inferiormente all'elevatore dell'ano nella porzione anteriore del perineo. Fanno parte del diaframma urogenitale il muscolo Trasverso Profondo del Perineo e i legamenti Pubo-Uretrali. Il diaframma urogenitale presenta un'apertura sulla linea mediana, attraverso cui passano l'uretra e la vagina.

Nello strato superficiale degli sfinteri, che si trova inferiormente al diaframma urogenitale, troviamo quattro muscoli: l'ischio-cavernoso (dalla tuberosità ischiatica alla radice del clitoride); il bulbo-cavernoso o costrittore della vagina (dal Centro fibroso Tendineo del perineo al clitoride); il trasverso superficiale del perineo (dal Centro Fibroso Tendineo del perineo alla tuberosità ischiatica); lo sfintere dell'ano (situato posteriormente) e lo sfintere striato dell'uretra (anteriormente).

pavimento pelvico

pavimento pelvico

2. A COSA SERVE IL PAVIMENTO PELVICO

Il pavimento pelvico si trova in equilibrio quando le tre componenti muscolari, legamento e fasciali coesistono in equilibrio. La stazione eretta, la gravidanza, il parto, la menopausa, il sovrappeso, la tosse cronica predispongono il pavimento pelvico a forti sollecitazioni, andando spesso a interferire con il normale equilibrio di questa area.

Il pavimento pelvico svolge le seguenti funzioni: sostegno e sospensione, continenza urinaria ed ano-rettale, percezione sessuale.  

Un buon pavimento pelvico mantiene le strutture endopelviche in sospensione, ovvero mantiene la statica pelvica. La muscolatura agisce direttamente a livello di sostegno, mentre le strutture legamento a livello di sospensione degli organi, evitando i prolassi dell'utero, della vagina, della vescica e del retto. La continenza urinaria  e fecale è garantita da un pavimento pelvico tonico che mantenga un buon equilibrio a livello di contrazione e rilassamento degli sfinteri, sia uretrali che ano-rettali.

Un ruolo centrale è svolto dal perineo nella percezione sessuale; una muscolatura normotonica e normocontrattile permette una buona sensibilità vaginale e il raggiungimento dell'orgasmo.

funzioni del pavimento pelvico

funzioni del pavimento pelvico

3. IL PAVIMENTO PELVICO COME PROTAGONISTA ATTIVA DURANTE IL PARTO

Per i 9 mesi di gravidanza il perineo ha un ruolo centrale nel contenimento del feto all'interno dell'organismo materno. Durante il travaglio e il parto il perineo assume il ruolo opposto a quello garantito nei mesi di gestazione, si rilassa e partecipa attivamente all'espulsione del feto. Fino a non molti anni fa, si credeva che il ruolo del perineo fosse del tutto marginale, un fattore passivo dell'evento parto. Oggi è ormai consolidato il ruolo attivo durante la progressione e l'espulsione del feto. Si parla di vero e proprio "organo della nascita", attraverso le modificazioni che avvengono a livello perineale durante il travaglio e il parto, il feto è espulso dalla vagina non solo tramite la forza delle contrazioni e del torchio addominale materno, ma anche attraverso il pavimento pelvico.

E' per questo motivo che risulta di fondamentale importanza inserire un programma di educazione e preparazione del perineo in gravidanza, sia a livello individuale che all'interno dei percorsi di accompagnamento alla nascita.

Esercizi di educazione pelvica nei corsi di preparazione al parto

Esercizi di educazione pelvica nei corsi di preparazione al parto

4. QUALI CONSEGUENZE DI UN PERINEO NON TONICO

Le conseguenze di un mancato equilibrio tra le strutture muscolari, fasciali e legamentose e una ipotonicità del pavimento pelvico possono portare all'instaurarsi di alcune patologie quali l'incontinenza urinaria\fecale e i prolassi degli organi pelvici. Oltre alle suddette patologie che compromettono la qualità della vita della donna, non si deve dimenticare il rischio di sviluppare disfunzioni sessuali nella donna.

Circa 5 milioni di persone, secondo uno studio condotto in Italia, convivono con l'incontinenza urinaria, e il numero è in continuo aumento. Le donne spesso soffrono di incontinenza durante o dopo una gravidanza. Il cambiamento ormonale in menopausa, il sovrappeso, gli interventi chirurgici possono scatenare quadri di incontinenza.

Il rischio di un pavimento ipotonico è quello di sviluppare il prolasso degli organi endopelvici quali l'utero, la vescica, la vagina e il retto. Malattie non letali, ma che comportano un forte disagio per la donna e inficiano sulla qualità della vita, oltre a prevedere un trattamento di tipo chirurgico.

prolasso dell'utero

prolasso dell'utero

In gravidanza un pavimento pelvico non tonico può interferire con i meccanismi di contenimento della gravidanza e con i meccanismi di progressione ed espulsione del feto. Un perineo rigido, non elastico e tonico aumenta il rischio di lacerazioni del canale del parto durante il periodo espulsivo e l'incidenza di episiotomia.

5. COME CAPIRE SE HAI UN PERINEO TONICO E COSA FARE IN CASO DI IPOTONIA

Per capire se hai un perineo tonico basta effettuare una visita presso un ambulatorio ostetrico o ginecologico. L'ostetrica o il ginecologo effettueranno una visita per valutare la forza e la tenuta dei tuoi muscoli perineali, e se ci sono eventualmente già dei segni di patologie legate all'ipotonicità perineale. La visita è indolore, può creare un fastidio leggero alla paziente e dura all'incirca 15 min.

Una muscolatura del pavimento pelvico allenata e tonica ha un effetto a lungo termine sul fisico e sul benessere mentale della persona, in pratica comporta un miglioramento in termini di qualità di vita. Valutare il rischio perineale permette di indirizzare la paziente verso un percorso idoneo e personalizzato.

La rieducazione del pavimento pelvico si rende necessaria e risulta essere un valido strumento per trattare sia l'incontinenza urinaria che gli iniziali prolassi degli organi pelvici. E' un valido strumento da utilizzare in concomitanza di interventi chirurgici, nella fase pre-intervento e post-intervento.

Ma la riabilitazione del pavimento pelvico non ha solo lo scopo terapeutico, ha anche un fortissimo ruolo preventivo:

  • in gravidanza
  • in puerperio
  • nella prevenzione dell'incontinenza
  • nel miglioramento della qualità sessuale
  • nella prevenzione dei disturbi della statica pelvica (prolassi)
Riabilitazione del pavimento pelvico-Accanto alla Donna

Riabilitazione del pavimento pelvico-Accanto alla Donna

2 Risposta

  1. spiegazione chiara…argomento interessante grazie…la ginnastica pelvica dovrebbe essere obbligatoria nelle scuole

  2. grazie. assolutamente daccordo con lei.