MENOPAUSA: ASPETTI RELAZIONALI

Gli sbalzi d’umore e l’irritabilità causati dal nuovo quadro ormonale, uniti ai tipici disturbi del sonno, possono portare a cambiamenti nelle relazioni interpersonali. La donna si può sentire particolarmente suscettibile, molte volte incompresa, in certe situazioni inadeguata: tutto questo può portare ad un calo dell’autostima e della sicurezza in sé stessa, con ripercussioni a livello lavorativo, familiare e di coppia.

La presenza di sintomatologia fisica, e quindi visibile dall’esterno (vampate di calore) porta ad un evidente senso di imbarazzo e di disagio nei confronti degli altri.

Tali sensazioni di disagio, presenti nella maggior parte delle donne, possono essere peggiorate in determinate situazioni, tra cui la presenza di un’incontinenza urinari.

Il dover affrontare queste difficoltà sul lavoro, con gli amici e nelle situazioni quotidiane ha un costo emotivo non indifferente: la donna si trova a dover accogliere il dolore e la sofferenza di questo periodo di transizione e cerca nel rapporto con il marito un supporto emotivo. Spesso questo bisogno non viene percepito o viene sottovalutato, gravando così sul rapporto di coppia.

La perdita dell’interesse erotico verso il partner, un diminuito desiderio sessuale, le incomprensioni quotidiane, la modifica dell’immagine di sé e il senso di perdita della femminilità possono influire negativamente nell’equilibrio della coppia.

Esistono però delle strategie per superare questo momento: la menopausa infatti è il momento ideale per riscoprire i propri spazi e le proprie passioni, ritrovare nuovi stimoli all’interno della coppia (ad esempio nella cura dei nipoti, nello sviluppare interessi comuni, nel trovare nuovi spazi di condivisione del proprio vissuto, delle emozioni/sensazioni attuali sia con il marito che con altre donne). E’ importante che la donna trovi del tempo per sé stessa per metabolizzare le proprie sensazioni e riacquistare sicurezza, in modo da capire di avere molte risorse da poter condividere con gli altri.