L’adolescenza – cenni Introduttivi

Per adolescenza si intende il passaggio dall’età infantile a quella adulta. Inizia con la pubertà, che è la fase della vita in cui la bambina inizia ad avere le mestruazioni e diventa capace di procreare. Durante l’infanzia esiste una inibizione dell’attività ovarica; quest’ultima inizia intorno agli otto anni, mentre il menarca si manifesta a circa dodici anni.

L’adolescenza è un momento particolarmente delicato e unico nella vita della donna, caratterizzato da insicurezze, disagio e rivalutazione di sé.

Il corpo della ragazza cambia, facendo emergere i tratti femminili tipici della donna matura. L’adolescente di ritrova in un corpo nuovo che spesso può essere fonte di imbarazzo, ansia e disagio. Tale imbarazzo nasce dal nuovo atteggiamento verso l’altro sesso: inizia ad avere dei desideri e ad essere consapevole della propria sensualità. La paura del rifiuto da parte dell’altro sesso è frequente e spesso è fonte di timore e delusione che possono generare la sensazione di solitudine.

La sessualità viene vista e vissuta sia con fascinazione che con timore, a volte in modo non del tuo consapevole. Spesso la ragazza, subendo la pressione sociale dei coetanei e le aspettative del partner affronta questo momento prima di essere realmente pronta. E’ fondamentale che l’adolescente sia consapevole dell’aspetto affettivo, fisico ed emozionale del rapporto sessuale: un ruolo centrale deve essere assunto da tutte le persone e istituzioni che stanno a contatto con gli adolescenti nell’educazione all’affettività e alla sessualità. Le tematiche da affrontare riguardano l’aspetto emozionale dell’atto sessuale, la procreazioni consapevole (contraccezione), il rischio legato alle malattie sessualmente trasmissibili e la salute riproduttiva.

I bisogni principali dell’adolescente sono:

  • accettazione sociale,
  • libertà di espressione del proprio io,
  • accesso alla contraccezione e alla prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili,
  • eventuale supporto al percorso per l’interruzione di gravidanza,.

I principali problemi ostetrico-ginecologici che può avere sono:

  • infezioni vulvo-vaginali,
  • malattia infiammatoria pelvica,
  • alterazioni mestruali,
  • ritardo della pubertà,
  • disfunzioni sessuali,
  • comparsa di irsutismo,
  • comparsa di acne,
  • alterazioni dello sviluppo mammario,
  • malattie a trasmissione sessuale,
  • gravidanze non desiderate.

Sebbene sarebbe auspicabile un rapporto aperto e sereno con i genitori anche nell’ambito della sessualità, a volte le adolescenti non vogliono o non possono rivolgersi a loro. E’ importante che vengano a conoscenza dei loro diritti rispetto all’accesso alla contraccezione, attraverso l’educazione sessuale nelle scuole, tramite progetti di affettività nei gruppi di aggregazione giovanile, in occasione della prima visita ginecologica o grazie al pediatra.

L’ostetrica offre i seguenti servizi per l’adolescente:

  • educazione sessuale ed affettiva di gruppo\individuale
  • pianificazione familiare (consulenza su contraccezione)
  • percorso assistenziale nella prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili
  • accompagnamento al percorso IVG (interruzione volontaria di gravidanza)
  • percorso assistenziale di sostegno nei casi di abusi sessuali e maltrattamenti sui minori
  • percorso assistenziale nelle disfunzioni sessuali

Inoltre offre ai genitori consulenze individuali e di gruppo sul ruolo genitoriale in relazione alla sessualità e alla salute ginecologica delle adolescenti.

http://www.salute.gov.it/imgs/c_17_normativa_845_allegato.pdf

http://www.sceglitu.it/

Nessun commento ancora

Lascia un commento